Quando si dovrebbe iniziare allenamento per la maratona?

Che family!!!
Che family!!!

 Beh non c'è una risposta che vale per tutti. E soprattutto io sono una signor Nessuno per dar consigli ma mi piace condividere la mia esperienza che, a detta dei vari coach che hanno tentato di farmi percorrere un metodo corretto di allenamento, è la peggiore in assoluto, quindi leggendo questo articolo almeno potrai farti un idea su cosa non dovresti MAI fare!!!
La prima volta in cui la maratona era il mio obiettivo finale, cominciai a prepararmi 6 mesi prima. Partendo da zero.

Cominciai con una 6km a Limana coi bambini e se non sbaglio corsi con le scarpe antiinfortunistica!

La settimana dopo tentai una dieci… però avevo comprato le Saucony Ride!!! E via così per un mese… correvo tutte le domeniche una gara di 10km finendola in un oretta abbondante.

Il mese dopo cominciai con le 10 miglia , sempre solo la domenica. A metà di questo mese dovetti fermarmi per un operazione che mi tenne ferma un mesa.

Appena ripartii, ricominciai dalle 16km e di tanto in tanto correvo anche il sabato.

Mancavano 3 mesi alla Venice Marathon 2008 ero emozionata, sapevo che se fossi riuscita a tagliare quel traguardo avrei potuto prendere in mano le redini della mia vita e stravolgerla (positivamente) e magari pure… smettere di fumare! Sì perchè all epoca fumavo un pacchetto di Diana blu al giorno!!!


I bookmaker mi davano mooooooooltooooo sconfitta….


Comunque a due mesi dall’evento iniziai a inserire qualche uscita in solitaria al parco, corsetta corta il sabato e mezza maratona la domenica.


A tre settimane esatte corsi la 30km a Montebelluna, la finii, anzi lei finì me, in 3 ore moooooltoooo abbondanti.

Mi ricordo che dissi ai miei, anche loro maratoneti e probabilmente la causa di questa mia passione, “beh magari a Venezia riesco a fare 4 e mezza”

Il mio vecchio si mise a ridere e mia mamma con tatto mi disse “comunque goditela e in caso c’è il bus scopa non preoccuparti!”


Il grande giorno ero emozionatissima, e nonostante nemmeno mia mamma pensava di vedermi arrivare io ARRIVAI… eehhh si! Tutta orgogliosa con la medagliona al collo e incapace di camminare come un homo herectus… piena di vesciche anche sui capelli!!! Però arrivai, mi feci trascinare in stazione, e da quel giorno capii che se volevo potevo fare qualsiasi cosa, con fatica e sudore, ma la forza dentro per riuscire ce l’avevo!


Scrivi commento

Commenti: 0